lunedì 21 gennaio 2008

Scusa ma ti chiamo Mastella


É successo.
Nella giornata in cui la maggior parte dei quotidiani celebra il raccapricciante esordio di Moccia sul grande schermo, Mastella, lascia la maggioranza, lasciando il governo esanime a subire attacchi e sberleffi dalla faccia oltremodo gioiosa di Emilio Fede che annuncia la notizia al Tg4.
Si andrà alle elezioni con la vecchia legge elettorale e niente e nessuno che potrà sbattere fuori dal sistema partiti-clan come l'Udeur.
Bagnasco e Ratzinger otterranno inviti e inaugureranno chissà quanti e quali anni accademici.
Ruini e Ferrara otterranno la modifica della legge 194.
Emilio Fede. Emilio Fede. Emilio Fede.
Moccia scriverà altri libri, dirigerà altri film con Raoul Bova, Scamarcio e qualche teenager a caso.
Certo, in Inghilterra hanno problemi ben peggiori, ma provate a immaginare scenari peggiori per l'Italia, se ci riuscite.
sheenafabio

1 Comments:

Anonymous skeno said...

leggere l'elenco di quello che succederà mi fa star male, anche perchè se Moccia posso evitarlo, il resto mi tocca subirlo...
Ciao
Skeno

2:08 PM  

Posta un commento

<< Home