sabato 2 giugno 2007

Politically Correct

Avvenire oggi pubblica qualcosa di meraviglioso.
Mi sento in dovere di ringraziare pubblicamente Andrea Galli, perchè ha scritto qualcosa di memorabile.
In pratica si parla dell'Enciclopedia dei Ragazzi, un'iniziativa promossa dalla Treccani e a quanto pare, un'accozzaglia di imprecisioni e luoghi comuni laicisti.
Ma andiamo a scoprirli con ordine, seguendo passo passo il pensiero dell'impeccabile Andrea Galli.

Infatti il pupo troverà punto per punto i tanti luoghi comuni che lo aiuteranno a non fare brutte figure in società. A partire da un classico: l'intramontabile Leggenda Nera sulla conquista dell'America oggi latina.
Imparerà che i «conquistadores sterminarono le popolazioni locali, distrussero intere civiltà e avviarono lo sfruttamento economico dei territori», che Cortes e Pizarro meritano di essere ricordati per le «carneficine», le «città rase al suolo», gli «assassinii», i «saccheggi». Mentre dell'evangelizzazione di un intero continente, di quella che fu l'epopea missionaria di francescani, domenicani e altri gli verrà prudentemente taciuto.


É qui prevedibile che il genitore, sconvolto da cotanti luoghi comuni, comincerà a chiedersi come mai, in un'enciclopedia Treccani, si dica che "i conquistadores sterminarono le popolazioni locali, distrussero intere civiltà e avviarono lo sfruttamento economico dei territori".
In seguito, rassicurando il povero figlio sulla bontà dell'epopea dei missionari francescani, inizierà a scrivere una veemente lettera di protesta indirizzata al signor Treccani, inviperito da tante, colossali e assurde imprecisioni.
Ma proseguiamo.

Della storia specifica del Messico saprà, per esempio, di una «cristianizzazione forzata degli indigeni» (sic), eviterà di perdersi in dettagli superstiziosi come l'apparizione della Vergine di Guadalupe, che ha segnato indelebilmente l'identità di quel popolo

Diamine, Treccani, stai scrivendo un'enciclopedia, come fai a non citare l'apparizione della Vergine di Guadalupe? Cioè, come puoi non riassumere la storia del Messico senza l'apparizione della Vergine di Guadalupe?
Inaudito.

Così della «Controriforma», nelle due pagine a essa dedicate, al pupo verrà ricordato in sommario, foto e apposito paragrafo dal vago sapore orwelliano - «Il controllo della società» - che «il principale strumento di questa affermazione fu il severo impiego del tribunale dell'Inquisizione (congregazione romana del sant'Uffizio), dapprima impegnato a condannare reati di eresia e successivamente a reprimere tutte le forme di pensiero e di comportamento non conformi alla dottrina della Chiesa di Roma». Con annesso breve elenco di crimini liberticidi.


Come se l'Inquisizione fosse esistita sul serio e fosse veramente servita a condannare reati di eresia e a reprimere non proprio pacificamente forme di pensiero non conformi alla dottrina della Chiesa di Roma!
I-N-C-R-E-D-I-B-I-L-E. (notare l'astuto uso dell'aggettivo breve. Vai Andrea, ci stiamo appassionando.)

Ma il pupo avrà tutte le dritte necessarie per non sfigurare anche su temi caldi come la nascita e lo sviluppo della vita sulla terra: apprenderà che Darwin «intuì perfettamente», niente meno, «i meccanismi dell'evoluzione di tutti i viventi e dell'uomo», dando all'umanità la «certezza scientifica dell'evoluzione». Del dibattito internazionale sull'attendibilità della spiegazione darwiniana dell'evoluzione, nulla.

A questo punto anche il lettore meno propenso alla dietrologia capirà, che dietro questa fantomatica "Enciclopedia Dei Ragazzi" si cela un pericoloso complotto laicista e destabilizzatore.
Non so se vi rendete conto.
Un'enciclopedia che si permette di spacciare l'evoluzionismo come una certezzia scientifica? (cori di disapprovazione)

Volendo poi fare qualcosa in proprio, alla voce «Controllo delle nascite», avrà una sintetica panoramica su «come evitare gravidanze indesiderate», con tanto di cartellone pubblicitario della campagna di pianificazione cinese, foto sorridente di Étienne-Émile Baulieu, padre della Ru 486, e titolo un po' inquietante del paragrafo a latere: «Troppi uomini al mondo». Tra parentesi, alla voce «Aids» saprà, fortuna sua, che «utilizzare il profilattico (o preservativo) significa proteggersi da ogni possibilità di contagio». Può andare sul sicuro.

Qui probabilmente, siamo all'apice.
É di certo la mossa più subdola che questo Treccani abbia voluto compiere: spiegare ai poveri ingenui ragazzi come evitare gravidanze indesiderate. Come se fosse una cosa normale. Come se i ragazzi dovessero conoscere i rischi che corrono. Ogni gravidanza evitata è un bambino non nato, e quel bambino aveva diritto alla vita!
E poi, il profilattico contro l'AIDS. Ma, per favore, dove siamo? Ma a che epoca siamo rimasti? Ormai neanche i missionari in Africa consigliano di usare il profilattico per prevenire l'Aids.

Infine, ma l'elenco potrebbe continuare a lungo, se il lettore in erba dovesse portare con sé qualche rigidità da catechismo parrocchiale, alla voce «dogmatismo», ossia «atteggiamento mentale chiuso e intransigente», l'immagine di un monaco barbuto chino su un testo antico e quella dell'Immacolata Concezione dipinta da Giambattista Tiepolo lo aiuteranno a riflettere. O almeno si spera.

Questo è sicuramente ridicolo. In pratica, questi dell'enciclopedia considerano l'Immacolata Concezione come un rigido dogma cattolico. Per capirci, come se l'Immacolata Concezione non fosse desumibile dalle Sacre Scritture, ma come se invece per esempio fosse stata teorizzata, decisa e imposta da Papa Pio IX nel 1854 con una votazione tra 665 vescovi dei quali 570 favorevoli.

Tanta ignoranza è incredibile. Poveri ragazzi, lasciati nelle mani di questi perfidi luoghi comuni laicisti.
Andrea Galli, siamo e saremo sempre tutti con te. Tu, che ci regali sempre grandi emozioni, come quando con perfette argomentazioni, tentavi di smontare con successo l'infame documentario della BBC.
Mi chiedo cosa tu possa aver studiato per avere una tale padronanza dell'intelletto, visto che la maggior parte dei campi del sapere te li sei giocati qui.
sheenafabio

1 Comments:

Anonymous Lo Scafo said...

Ho controllato, la treccani non riporta neanche la notizia dell'apparizione di S.Pietro sulla traversa durante la partita scapoli e ammogliati.

2:01 PM  

Posta un commento

<< Home